Torna in RAI.it

 

 


Cerca qui:

cerchi in un sito o canale particolare?



>>

ricerca semplice

>>

cerca per sito

 

 

 

>>>>

Ultima Ora
Roma, 29 Febbraio 2000 ore 11:30 In aumento le sale da gioco in rete chiudi Il numero dei casino on line
alito da 15 nel 1996 a pi?700 oggi.

 

>>>> Evidenzia Testo

>>>> si avvicina alla tua ricerca al 80%

 

 

 

http://www.tg2.rai.it

 

NOTIZIA AL TG2 RAI - TG2 NET - ALLE ORE 20.30:

 

Roma, 29 Febbraio 2000 ore 11:30

In aumento le sale da gioco in rete

chiudi Il numero dei casino on line è salito da 15 nel 1996 a più di 700 oggi.

I gestori di questi siti guadagnano almeno 1,5 miliardi di dollari all'anno (circa 3000 miliardi di lire) e si prevede che il giro d'affari raddoppierà nei prossimi due anni.

Negli Stati Uniti i giocatori incalliti sono già 4 milioni.

La legge federale vieta l'uso di Internet per le scommesse e il gioco d'azzardo ma la maggior parte delle sale da gioco virtuali frequentate dai cittadini americani ha sede al di fuori dei confini degli Stati Uniti, specialmente nei Caraibi.

Sia il Senato che il Congresso stanno studiando provvedimenti per arginare il fenomeno ma, secondo gli esperti, ciò non fermerà i giocatori, li renderà soltanto fuorilegge.

Alcuni ritengono, pertanto, che sia preferibile la via della regolamentazione del settore piuttosto che quella del divieto.

Il fenomeno non preoccupa, tuttavia, solo i legislatori ma anche gli psicologi che registrano un aumento dei casi di dipendenza dal gambling. Puntare soldi con un click del mouse è, infatti, più facile:

non si deve uscire di casa, non ci si deve nemmeno vestire, non si ha neanche il tempo di pensare ai rischi, basta solo accendere il computer. (Associated Press)


SOMMARIO

 

Negli Stati Uniti i giocatori incalliti sono già 4 milioni.

Sia il Senato che il Congresso stanno studiando provvedimenti per arginare il fenomeno ma, secondo gli esperti, ciò non fermerà i giocatori, li renderà soltanto fuorilegge.

Il fenomeno non preoccupa, tuttavia, solo i legislatori ma anche gli psicologi che registrano un aumento dei casi di dipendenza dal gambling.


 

>>>>

Ultima Ora
Roma, 07 aprile 2000 ore 12:00 Usa: passa la legge contro l'azzardo in rete stampa chiudi La Commissione giudiziaria del Congresso americano ha approvato la legge che mette al bando la maggior parte dei giochi d'azzardo in rete e che proibisce anche agli stati di condurre lotterie on line.

 

>>>> Evidenzia Testo

>>>> si avvicina alla tua ricerca al 81%

 

 

 

Roma, 07 aprile 2000 ore 12:00

Usa: passa la legge contro l'azzardo in rete

stampa

chiudi La Commissione giudiziaria del Congresso americano ha approvato la legge che mette al bando la maggior parte dei giochi d'azzardo in rete e che proibisce anche agli stati di condurre lotterie on line.

Sarà possibile, tuttavia, scommettere sulle corse dei cavalli e dei cani.

L'Internet gambling prohibition Act è passato con 21 voti favorevoli contro 8 contrari. La normativa prevede pene detentive fino a quattro anni e sanzioni pecuniarie fino a 20 mila dollari (circa 40 milioni di lire) per i trasgressori.

I deputati democratici si sono opposti all'emendamento che proibisce l'acquisto on line di un biglietto della lotteria da due dollari (quattro mila lire) mentre è consentito puntarne molti di più sulle gare ippiche.

Ai provider sarà consentito di fare pubblicità a case da gioco legali che operino offline.

Una clausola, inoltre, li scioglie da responsabilità nel caso in cui i casino pubblicizzati dovessero risultare irregolari.

Alla fine del '99 il Senato degli Stati Uniti aveva già emanato una normativa anti-azzardo che ora dovrà essere armonizzata con la nuova legge. (Newsbytes)

 

Sommario

 

 


La normativa prevede pene detentive fino a quattro anni e sanzioni pecuniarie fino a 20 mila dollari (circa 40 milioni di lire) per i trasgressori.

I deputati democratici si sono opposti all'emendamento che proibisce l'acquisto on line di un biglietto della lotteria da due dollari (quattro mila lire) mentre è consentito puntarne molti di più sulle gare ippiche.

Una clausola, inoltre, li scioglie da responsabilità nel caso in cui i casino pubblicizzati dovessero risultare irregolari.